Home | Chi Siamo | individualized care plan | position paper - the ideal size of america | gender roles and expectation in society
  Webcam Marketing | Servizi | Bollettino Meteo | Editoriale | News | Partner | Contatti

NEWS

1° maggio con molte nubi e piogge sparse, 4 e 5 maggio con perturbazione a carattere freddo

(del 30/04/2019)

Il sistema depressionario che da alcuni giorni interessa l’Italia generando molte nubi con precipitazioni sparse, addirittura nevose fin sugli 800/1000 metri sulle Alpi e 1000/1200 metri in Appennino, si sta lentamente allontanando ad est ma soprattutto sta spostando sulla penisola Balcanica il nucleo di aria fredda responsabile del calo termico delle ultimi 48/72 ore. Ciò non determinerà un veloce e totale miglioramento atmosferico su tutto il territorio italiano, questo perché ancora nelle prossime 36/48 ore seppur la pressione atmosferica a livello del mare aumenterà in tutto il bacino centrale del mar Mediterraneo, sull’Italia persisteranno correnti settentrionali in quota con lieve curvatura ciclonica. Correnti di questo tipo, specie tra la seconda metà della primavera e la prima metà dell’autunno, quindi nelle fasi stagionali più calde, favoriscono il persistere di instabilità atmosferica, soprattutto nelle zone interne montuose dove l’attività convettiva è aiutata anche dai rilievi montuosi. In poche parole dopo qualche ora di sole stamattina ci attendiamo, su Alpi e Prealpi orientali, sud Italia e soprattutto zone interne del centro, molte nubi fino alla sera del 1° maggio con precipitazioni sparse, più frequenti nel pomeriggio e spesso a carattere di rovescio o temporale. Giovedì 2 maggio poi, anche le correnti settentrionali in quota lasceranno spazio, al centro sud, a più stabili correnti occidentali, sulle regioni meridionali quindi assisteremo ad un deciso miglioramento con prevalenza di sole per l’intera giornata. Sul nord Italia invece transiterà la coda di una perturbazione atlantica con un nuovo aumento delle nubi e piogge sparse. Venerdì 3 maggio la perturbazione che ha interessato il nord si allontanerà ad oriente ma lascerà una debole instabilità atmosferica pomeridiana a ridosso dei rilievi montuosi del Triveneto e dell’Italia centrale dove avremo molte nubi con qualche locale rovescio, anche temporalesco. Temperature in aumento, venti deboli o moderati provenienti dai quadranti occidentali.
Sull’Umbria mattinata odierna con un po’ di sole poi nubi in aumento nel pomeriggio con qualche locale pioggia, anche a carattere di rovescio, più probabile lungo l’Appennino e nel sud della regione, temperature in aumento con venti deboli o moderati nord occidentali. Domani mercoledì 1° maggio nuvoloso o molto nuvoloso al mattino con qualche addensamento sui monti dove saranno possibili isolati piovaschi o rovesci, le nubi s’intensificheranno nel pomeriggio quando avremo rovesci sparsi e qualche locale temporale, migliora in serata, temperature minime in lieve aumento, massime in calo, venti deboli settentrionali. Giovedì 2 maggio cielo in prevalenza sereno o poco nuvoloso con qualche nube in più nel pomeriggio sui monti ma sarà la giornata più soleggiata e calda della settimana, temperature massime che torneranno sopra i 20°C su gran parte della regione. Venerdì 3 maggio torna un po’ d’instabilità, alternanza di sole e nubi fin dal mattino ma nel pomeriggio e prima serata potranno svilupparsi addensamenti cumuliformi in grado di produrre locali rovesci, anche temporaleschi. Temperature massime in lieve calo, venti deboli o moderati da sud ovest.
Un accenno infine su quanto potrà accadere nel prossimo fine settimana quando è previsto l’arrivo sull’Italia di un fronte freddo seguito da aria artica proveniente direttamente dal mar di Norvegia. Quest’aria piuttosto fredda per il periodo, darà luogo alla formazione di un centro depressionario sopra l’alto mar Tirreno nella giornata di sabato 4 maggio, in spostamento sopra le regioni adriatiche centro meridionali domenica 5 allontanandosi poi sulla Grecia lunedì 6 maggio. E’ facile intuire che se i modelli, attualmente abbastanza ben allineati, non dovessero cambiare queste proiezioni, sull’Italia e probabilmente anche sull’Umbria avremo una fase instabile perturbata abbastanza intensa con piogge, temporali e nevicate fino a quote medio basse (700/1000 metri) anche in Appennino. Attualmente quello che più preoccupa è anche un minimo rischio gelate tardive martedì 7 maggio quanto è attesa una rapida rimonta dell’alta pressione, ne torneremo comunque a parlare più in specifico nei prossimi aggiornamenti
La grafica qui a fianco mostra la circolazione atmosferica a livello del mare (linee bianche) e in quota (fasce colorate), attualmente previste sui settori euro atlantico mediterranei per il pomeriggio di domenica 5 maggio 2019.

[ARCHIVIO NEWS]

 

EDITORIALE
 
25/06/2019
 
NEWS
 
PROSSIME ORE CON MOLTE NUBI, UN PO’ DI PIOGGIA E TEMPERATURE IN CALO POI SOLE CON RIALZO TERMICO
15/07 [ore 9.99 ]
PROSSIME 48 ORE A RISCHIO TEMPORALI POMERIDIANI, DOMENICA 14 SOLE E TRAMONTANA, LUNEDI' 15 LUGLIO NUOVA PERTURBAZIONE
12/07 [ore 9.99 ]
OGGI GIORNATA DI PAUSA, DA DOMANI VENERDì 12 LUGLIO TORNANO I TEMPORALI, ANCHE FORTI.
11/07 [ore 9.99 ]
 
UmbriaMeteo® - p. iva 02824210542 | Copyright 2000-2011