Home | Chi Siamo | btec business unit assignment | introduction to special education | http://www.umbriameteo.com/index.php/education-goals-from-sociological-point-of-view/
  human resource management issue | http://www.umbriameteo.com/index.php/phd-research-proposal-in-supply-chain-management/ | Bollettino Meteo | Editoriale | News | Partner | Contatti

NEWS

Da oggi fino almeno a martedi’ 30 aprile instabilità atmosferica, a tratti vivace, con calo termico.

(del 26/04/2019)

Primavera 2019 che sta sfornando pian piano tutto il repertorio di cui una stagione di passaggio, dal freddo al caldo, dispone, senza tralasciare naturalmente le precipitazioni, per il mese di aprile superiori alle medie in molte aree dell’Umbria. Abbiamo infatti avuto periodi relativamente freddi con qualche nevicata fino a quote collinari nella prima metà mentre nella giornata di ieri giovedì 25 aprile temperature prossime a quelle estive, comprese un po’ ovunque sulla nostra regione tra i 25°C ed i 30°C con un gran sole. Entro le prossime ore poi torneranno le piogge ed i temporali con un sostanzioso calo termico.
Venendo all’evoluzione atmosferica attesa per le prossime ore, confermiamo il passaggio di una veloce perturbazione nord atlantica supportata in quota da un nucleo di aria fredda artica. La perturbazione colpirà principalmente il nord Italia ma gli effetti si osserveranno chiaramente anche in alcune regioni del centro, in particolare Toscana, Umbria e Marche dove si formeranno o transiteranno nubi cumuliformi in grado di produrre rovesci anche temporaleschi in qualche caso intensi. Sul sud Italia invece poco o nulla, qualche annuvolamento ma difficilmente avremo precipitazioni significative. L’aria fredda artica causerà anche un sostanzioso calo delle temperature che torneranno su valori prossimi alle medie del periodo. Sabato 27 aprile la perturbazione si allontanerà ad oriente, ciò favorirà un generale miglioramento atmosferico con prevalenza di sole un po’ su tutto il territorio italiano, debole instabilità atmosferica pomeridiana solo su alpi ed Appennini, temperature minime in calo e massime in lieve aumento, venti deboli o moderati occidentali.
Sull’Umbria tra la tarda mattinata odierna ed il seguente pomeriggio è attesa la formazione ed il transito di nuvolosità cumuliforme in grado di produrre rovesci sparsi e locali temporali, questi ultimi colpiranno aree relativamente limitate ma potranno risultare anche intensi ed in grado di produrre grandinate. Secondo gli ultimi dati sembra possano essere più probabili sull’Umbria centrale ma in generale pensiamo che tutto il territorio umbro sia a rischio. Migliora in serata, temperature massime in calo anche di 7°C/8°c rispetto a ieri. Sabato 27 aprile poche nubi al mattino, in aumento nel pomeriggio specie lungo l’Appennino ma difficilmente riusciranno a produrre precipitazioni significative, temperature minime in calo e massime in lieve aumento, venti deboli o moderati occidentali.
Più complessa ed ancora non molto ben inquadrata dai modelli meteorologici è l’evoluzione atmosferica attesa da domenica 28 aprile in poi, diamo quindi una nostra lettura sulla base dei dati attualmente disponibili. Domenica 28 aprile un corposo nucleo di aria fredda artica nord atlantica proveniente dall’Inghilterra raggiungerà le regioni alpine favorendo la formazione di un centro di bassa pressione sopra il centro nord Italia con conseguente nuovo generale peggioramento atmosferico. Tra domenica 28 e lunedì 29 aprile avremo quindi molte nubi e piogge, prima al centro nord, specie sui settori adriatici, poi con centro depressionario in spostamento sopra la penisola balcanica, anche al sud. Martedì 30 aprile tendenza a generale miglioramento atmosferico anche se permarranno correnti settentrionali con lieve curvatura ciclonica in grado di alimentare una debole instabilità atmosferica pomeridiana soprattutto sulle zone interne appenniniche. I nostri dubbi sono legati innanzitutto al posizionamento del corposo nucleo di aria fredda e con se quindi a dove si formerà il nuovo centro di bassa pressione, più ad occidente si posizionerà il sistema depressionario più saranno abbondanti le precipitazioni. L’evoluzione che abbiamo descritto in precedenza si basa su un’idea che vede l’intero sistema depressionario posizionarsi più ad oriente, quindi con precipitazioni più abbondanti sulle regioni adriatiche rispetto a quelle tirreniche ma sinceramente è il caso di riparlarne nelle prossime 48 ore, di certo sappiamo però che lunedì 29 aprile assisteremo ad un ulteriore calo termico con temperature che potranno scendere su valori sotto media.
La grafica qui a fianco mostra la circolazione atmosferica a livello del mare (linee bianche) e quella in quota (fasce colorate), attualmente prevista sui settori euro mediterranei centrali per la prima mattinata di lunedì 29 aprile 2019.

[ARCHIVIO NEWS]

 

EDITORIALE
 
25/06/2019
 
NEWS
 
PROSSIME ORE CON MOLTE NUBI, UN PO’ DI PIOGGIA E TEMPERATURE IN CALO POI SOLE CON RIALZO TERMICO
15/07 [ore 9.99 ]
PROSSIME 48 ORE A RISCHIO TEMPORALI POMERIDIANI, DOMENICA 14 SOLE E TRAMONTANA, LUNEDI' 15 LUGLIO NUOVA PERTURBAZIONE
12/07 [ore 9.99 ]
OGGI GIORNATA DI PAUSA, DA DOMANI VENERDì 12 LUGLIO TORNANO I TEMPORALI, ANCHE FORTI.
11/07 [ore 9.99 ]
 
UmbriaMeteo® - p. iva 02824210542 | Copyright 2000-2011