Home | Chi Siamo | http://www.umbriameteo.com/index.php/english-as-global-language/ | computers and humans | http://www.umbriameteo.com/index.php/reflective-essay-and-social-media-planning/
  issues in social work | Servizi | Bollettino Meteo | Editoriale | News | Partner | Contatti

NEWS

Fine settimana con prevalenza di sole e temperature miti ma non fin sui valori raggiunti nei giorni scorsi

(del 28/02/2019)

Negli ultimi giorni il robusto promontorio anticiclonico subtropicale insediatosi sopra l’Europa centro occidentale ha contribuito a battere una serie di record di temperature massime, da ovest verso est, prima su sull’Inghilterra dove si sono ripetutamente superati i 20°C, poi Francia e Spagna con temperature fino a 28°C, superati i 20°C poi in Norvegia e nelle ultime ore anche in Italia temperature record per il mese di febbraio in alcune aree che vanno dalla Toscana fino all’Emilia e Basso Veneto dove sono stati superati i 22°C. Anche in Umbria il caldo non è mancato, temperature spesso sopra i 20°C da nord a sud, a chiudere un febbraio che, tolti i primissimi giorni, è risultato uno dei più caldi e siccitosi di sempre. Discorso a parte andrebbe fatto per il sud Italia dove l’inverno non è mai terminato, anzi è risultato freddo e nevoso come pochi negli ultimi anni.
Ora però, come anticipato nei precedenti articoli, qualcosa sembra sia cambiando, o perlomeno cambierà progressivamente nei prossimi giorni, sia come temperature che per quanto riguarda le perturbazioni. Certamente non torneremo al freddo e non avremo precipitazioni abbondantissime, ma già lo smantellamento della struttura anticiclonica che ha condizionato così pesantemente la circolazione atmosferica sull’Italia centro settentrionale nelle ultime settimane ed il ritorno delle perturbazioni nord atlantiche è già molto. Ciò è dovuto essenzialmente ad un rimescolamento delle masse d’aria fredda e quindi dei principali centri di vorticità del Vortice Polare troposferico, assisteremo quindi ad un abbassamento sui settori euro atlantici del Fronte Polare e quindi del flusso di perturbazioni provenienti da ovest ad esso collegato.
Una prima debolissima perturbazione è attesa sull’Italia nella giornata di venerdì 1° marzo con scarsissimi effetti sulle regioni settentrionali, qualcosa in più al centro dove aumenteranno le nubi e tra una schiarita ed un addensamento nuvoloso potremo assistere anche a qualche locale pioggia, neve a quote medio alte. Sabato 2 marzo il cielo tornerà sereno o poco nuvoloso al centro nord dove comunque transiteranno ancora, specie nel pomeriggio, velature o nuvolosità comunque poco consistente, residui addensamenti nuvolosi con isolate piogge al sud. Domenica 3 marzo il temporaneo transito di un blando promontorio anticiclonico afro mediterraneo garantirà condizioni atmosferiche stabili con cielo sereno o poco nuvoloso su tutta l’Italia. Le temperature massime caleranno già tra oggi e domani venerdì 1° marzo, nel fine settimane si manterranno su valori miti ma su valori circa 4°C/5°C inferiori rispetto alle ultime 72 ore, venti deboli o moderati prima sud occidentali poi settentrionali.
Sull’Umbria sole per l’intera giornata odierna ma temperature massime lievemente inferiori alla giornata di ieri, nubi in aumento dal tardo pomeriggio / serata odierna, venti deboli sud occidentali. Domani venerdì 1° marzo alternanza tra schiarite con sole ed addensamenti anche intensi con possibili locali, brevi piogge, anche a carattere di rovescio nel pomeriggio. Migliora in serata con ampi rasserenamenti in avanzamento da nord. Temperature minime in aumento, massime in calo, venti deboli inizialmente sud occidentali poi settentrionali. Sabato 2 marzo sereno o poco nuvoloso al mattino con locali gelate, nel pomeriggio nuvolosità poco consistente in transito da nord, rasserena sempre da nord in serata. Domenica 3 marzo cielo sereno o poco nuvoloso per l’intera giornata. Temperature massime intorno ai 15°C/18°C, quindi probabilmente, in generale, non supereremo i 20°C come nei giorni scorsi, venti deboli settentrionali.
Lunedì 4 marzo altra debole perturbazione in transito sull’Italia, ancora una volta aumento delle nubi ma scarse precipitazioni, stavolta soprattutto al nord. Migliora martedì 5 marzo ma temperature in ulteriore lieve calo, tra mercoledì 6 e giovedì 7 marzo nuova e più intensa perturbazione con molte nubi e piogge al centro nord, più frequenti su Prealpi centro orientali e regioni che si affacciano sull’alto tirreno, per il reso piogge sparse, anche a carattere di rovescio. Neve inizialmente a quote medie al nord, elevate al centro, in calo da giovedì 7 marzo, altre perturbazioni transiteranno nei giorni successivi. In generale, comunque, ogni perturbazione in transito andrà valutata a non più di 48/72 ore dal transito, gli effetti sul territorio varieranno in base alla velocità di transito, a quanto “affonderà” sul bacino del mar Mediterraneo ed a quanto potenzialmente sarà in grado di produrre un centro depressionario sopra l’Italia.
La grafica qui a fianco mostra la circolazione atmosferica a livello del mare (linee bianche) e quella in quota (fasce colorate), attualmente prevista sui settori euro atlantico mediterranei per le primissime ore di lunedì 4 marzo 2019.

[ARCHIVIO NEWS]

 

EDITORIALE
 
20/05/2019
 
NEWS
 
PERTURBAZIONE IL LIEVE RITARDO. SABATO 25 MIGLIORE, DOMENICA 26 E LUNEDI' 27 MAGGIO MOLTE NUBI E FREQUENTI PIOGGE
24/05 [ore 9.99 ]
VIA VAI D’IMPULSI DI ARIA FRESCA IN QUOTA, PRESSIONE ATMOSFERICA CHE FATICHERà A RISALIRE FINO AL 28 MAGGIO
22/05 [ore 9.99 ]
LA PUBBLICITA' CON UMBRIAMETEO E METEOAPPENNINO E' VANTAGGIOSISSIMA
19/05 [ore 9.99 ]
 
UmbriaMeteo® - p. iva 02824210542 | Copyright 2000-2011