Home | Chi Siamo | essay rewriter tool | http://www.umbriameteo.com/index.php/managing-change-at-uf-health-jacksonville/ | http://www.umbriameteo.com/index.php/research-study-of-motivational-interview/
  writing the findings chapter of dissertation | letter requesting my certificate | Bollettino Meteo | Editoriale | News | Partner | Contatti

NEWS

Stamattina ultime sfiocchettate fino a quote basse poi rialzo termico e tre giorni di piogge per tutta l’Umbria

(del 31/01/2019)

Ultime 24 ore tipicamente invernali con temperature basse e precipitazioni diffuse, anche se in generale abbastanza scarse, nevose anche fin nei fondovalle, specie nel nord dell’Umbria. La perturbazione giunta ieri sull’Italia ha prodotto un centro di bassa pressione sull’alto mar Tirreno che poi, muovendosi verso sud est, è transitato tra Umbria e Toscana per poi ritrovarsi stamattina sopra il medio basso mar Adriatico. Sulla nostra regioni le precipitazioni più consistenti si sono avute sui settori occidentali, 6-10 millimetri sull’orvietano, che in queste situazioni sfruttano meglio i nuclei cumuliformi che arrivano dal mar Tirreno (com’è avvenuto in maniera eclatante nel senese, grossetano ed alcune aree del viterbese), per il resto si parla di 1-4 mm, a causa anche di una forma del minimo depressionario che ha prodotto correnti spesso sud orientali sulla nostra regione, notoriamente le meno prolifiche in termini di precipitazioni.
Ora comunque si cambia registro, almeno temporaneamente, stamattina ultime locali precipitazioni sul centro sud Italia collegate al centro depressionario in allontanamento ad oriente seguito da ancora un po’ di aria fredda che permetterà anche qualche locale, residua nevicata fino a quote basse al centro, dalla serata odierna poi una nuova e più intensa perturbazione nord atlantica si getterà sul bacino centro occidentale del mar Mediterraneo. La traiettoria più occidentale di questo nuovo impulso perturbato produrrà un più consistente, iniziale, richiamo di correnti miti ed umide meridionali, ciò, oltre a far impennare le temperature soprattutto al centro sud, favorirà maggiori contrasti termici e quindi maggiore instabilità atmosferica, tant’è che sia nella fase frontale, che quella in cui transiterà il nuovo centro depressionario sull’Italia, avremo frequenti ed abbondanti precipitazioni, specie al nord e settori tirrenici, venerdì 1° febbraio nevose fino a quote basse solo al nord, a quote elevate al centro sud. Da sabato 2 febbraio poi, quando il centro depressionario si porterà sopra l’Italia permettendo l’afflusso di aria più fredda da ovest, la quota neve tenderà lentamente a calare anche al centro, ancora precipitazioni frequenti e localmente abbondanti al centro sud e Triveneto. Domenica 3 febbraio primo parziale miglioramento, ancora molte nubi ma precipitazioni che tenderanno a divenire sparse, nevose ancora fino a quote basse sull’Appennino settentrionale, oltre gli 800/1000 metri su quello centrale ed oltre 1000/1200 metri di quota sull’Appennino meridionale.
Sull’Umbria, come anticipato, ultime sfiocchettate fino a quote basse stamattina poi temperature in rialzo e quota neve che entro la serata si porterà oltre gli 800/1000tr ovunque, domani venerdì 1° febbraio molte nubi con piogge sparse che andranno ad intensificarsi dalla serata, quota neve in rialzo fi oltre i 1800/2000 metri. Sabato piogge frequenti ed a tratti intense, anche a carattere temporalesco, sopraggiungerà aria più fresca da ovest con quota neve in calo fin sui 1400 metri al mattino e 1000 metri in serata quando comunque le precipitazioni andranno pian piano attenuandosi. Attenzione ai venti moderati o forti meridionali tra venerdì 1° febbraio e le prime ore di sabato 2 febbraio poi si attenueranno. Domenica 3 febbraio ancora molte nubi ma precipitazioni sparse, anche a carattere di rovescio, nevose fin sugli 800/1000 metri di quota, venti deboli o moderati sud occidentali, temperature in moderato calo. Probabilmente un miglioramento più consistente, almeno sull’Umbria centro occidentale, si avrà tra lunedì 4 e martedì 5 febbraio quando si attiverà una tramontana moderatamente fredda.
La grafica qui a fianco mostra la circolazione atmosferica a livello del mare (linee bianche) e quella in quota (fasce colorate), attualmente prevista sui settori euro atlantico mediterranei per le ore centrali di sabato 2 febbraio 2019.

[ARCHIVIO NEWS]

 

EDITORIALE
 
18/02/2019
 
NEWS
 
FINE SETTIMANA CON RAPIDO, CONSISTENTE MA TEMPORANEO CALO TERMICO, ATTENZIONE ALLA FORTE TRAMONTANA
22/02 [ore 9.99 ]
FINE SETTIMANA CON CORRENTI FREDDE MA ASCIUTTE NORD ORIENTALI, CALO TERMICO E TRAMONTANA IN INTENSIFICAZIONE
20/02 [ore 9.99 ]
UNA WEBCAM PER CASTELLUCCIO DI NORCIA IN COLLABORAZIONE CON SCENARI DIGITALI
17/02 [ore 9.99 ]
 
UmbriaMeteo® - p. iva 02824210542 | Copyright 2000-2011