Home | Chi Siamo | http://www.umbriameteo.com/index.php/formal-business-report/ | who is jesus christ and what is his mission | the dark side
  Webcam Marketing | Servizi | Bollettino Meteo | Editoriale | News | Partner | Contatti

NEWS

Settimana con ancora freddo e deboli nevicate fino a quote basse, rialzo termico da domenica 13 gennaio

(del 07/01/2019)

L’anticiclone atlantico resta a ridosso o per meglio dire sopra l’Europa occidentale ed una circolazione depressionaria a carattere freddo sopra i settori euro mediterranei centro orientali. Così collocato, l’anticiclone, tende a bloccare il consueto scorrimento, da ovest verso est, delle correnti atlantiche che tendono a deviare il loro percorso verso nord, quindi fin oltre il Circolo Polare Artico a nord dell’Islanda, per poi ridiscendere verso sud, tra Scandinavia e Russia occidentale, verso l’Europa centro orientale, naturalmente ben più fredde rispetto alla partenza oceanica. Sul letto di queste correnti in discesa dal nord Europa fin sui settori euro mediterranei centro orientali, si muovono impulsi più o meno intensi di aria fredda artica. L’Italia è interessata solo parzialmente da queste correnti, in particolare solo le regioni centrali adriatiche ed il sud, mentre l’arco alpino ed in parte l’anticiclone proteggono le regioni settentrionali italiane e centrali tirreniche. Per questo motivo, anche in Umbria, solo i settori a ridosso dell’Appennino possono avere qualche nevicata mentre più ad ovest solamente freddo asciutto.
Qualche piccola novità comunque è da mettere in conto, almeno per le prossime 48/60 ore quando infatti assisteremo ad un nuovo peggioramento atmosferico. Nelle giornata odierna un nuovo nucleo di aria fredda artica in discesa dalla Bielorussia fin sui Balcani, interesserà marginalmente anche l’Italia con una nuova lieve intensificazione delle correnti fredde nord orientali. Assisteremo quindi ad un aumento delle nubi soprattutto sui settori adriatici centro meridionali dove avremo ancora con addensamenti e locali precipitazioni, nevose fino a quote medio basse. Domani martedì 7 gennaio, l’anticiclone stazionante sopra l’Europa occidentale si proietterà ancora una volta verso nord favorendo la discesa fin sull’Europa centrale di un vortice depressionario proveniente dall’Islanda. Sull’Italia dopo un generale, temporaneo miglioramento atmosferico durante le prossime ore notturne, sopraggiungerà un fronte freddo proveniente dalla Norvegia che causerà la temporanea attivazione di correnti più miti ed umide meridionali con formazione di nuvolosità sui settori tirrenici dove avremo anche qualche locale precipitazione, nevosa fino a quote basse. Il fronte freddo norvegese sarà seguito da aria fredda artica che darà luogo alla formazione ed all’approfondimento, nella giornata dio mercoledì 8 gennaio, di un centro depressionario sopra il mar Tirreno centro settentrionale. Giovedì 9 gennaio il centro depressionario raggiungerà la Puglia determinando l’attivazione di correnti fredde nord orientali su gran parte del territorio italiano, più asciutte al nord e centro tirrenico, con nubi e precipitazioni, nevose fino a quote basse, che si concentreranno sul centro adriatico ed al sud.
Sull’Umbria nubi in aumento nel pomeriggio lungo l’Appennino con qualche nevicata fino a quote medio basse, rasserenamenti durante le prossime ore notturne, venti assenti o deboli nord orientali. La giornata di domani martedì 8 gennaio inizierà con gelate diffuse e temperature ampiamente sottozero su tutat la nostra regione ma subito, nel corso della mattinata, assisteremo ad un aumento delle nubi a partire dal nord dell’Umbria. Le nubi saranno prodotte dall’attivazione di correnti più miti ed umide meridionali ceh precedono il fronte freddo artico in arrivo da nord, queste scorreranno su un “cuscino” di aria più fredda presente nei fondovalle. Dalla tarda mattinata ed ancor più probabilmente tra il pomeriggio e la prima serata avremo, grazie al transito del fronte, anche delle locali, debole precipitazioni che, dove la colonna d’aria si manterrà sotto gli 0°C grazie alla copertura nuvolosa, risulteranno nevose fin sui fondovalle, e stiamo riferendoci in particolare al nord dell’Umbria, valli e conche appenniniche dell’eugubino gualdese e Valnerina. Dalla tarda serata nuovi rasserenamenti da nord con temperature di nuovo ampiamente sottozero nelle prime ore di mercoledì 9 gennaio. A questo punto l’approfondimento del centro depressionario sul medio alto mar Tirreno favorirà ancora la formazione di nubi con qualche locale precipitazioni, in mattinata, sull’Umbria, nevosa fin sui fondovalle sul centro nord della regione, a quote collinari sul sud. Nel pomeriggio nubi e precipitazioni, con l’attivazione di correnti settentrionali, tenderanno a concentrarsi in Appennino.
La grafica qui a fianco mostra la circolazione atmosferica a livello del mare (linee bianche) e quella in quota (fasce colorate), attualmente prevista sui settori euro atlantico mediterranei per la mattinata di mercoledì 9 gennaio 2019.

[ARCHIVIO NEWS]

 

EDITORIALE
 
18/02/2019
 
NEWS
 
FINE SETTIMANA CON RAPIDO, CONSISTENTE MA TEMPORANEO CALO TERMICO, ATTENZIONE ALLA FORTE TRAMONTANA
22/02 [ore 9.99 ]
FINE SETTIMANA CON CORRENTI FREDDE MA ASCIUTTE NORD ORIENTALI, CALO TERMICO E TRAMONTANA IN INTENSIFICAZIONE
20/02 [ore 9.99 ]
UNA WEBCAM PER CASTELLUCCIO DI NORCIA IN COLLABORAZIONE CON SCENARI DIGITALI
17/02 [ore 9.99 ]
 
UmbriaMeteo® - p. iva 02824210542 | Copyright 2000-2011