Home | Chi Siamo | immigration reform bill | special forms of writing | case manager roles
  Webcam Marketing | Servizi | Bollettino Meteo | Editoriale | News | Partner | Contatti

NEWS

Prossime ore ancora con piogge e neve a quote basse, da domani migliora con fredda tramontana

(del 20/03/2018)

Nelle prossime ore però, un nuovo intenso vortice depressionario, muovendosi verso oriente, si porterà dalla Sardegna sopra il medio mar Tirreno e durante la prossima nottata transiterà sopra le regioni centro meridionali per ritrovarsi sopra il Gargano dove tenderà ad indebolirsi in maniera più accelerata. Tra il pomeriggio odierno e la mattinata di domani mercoledì 21 marzo quindi, assisteremo ad un deciso peggioramento atmosferico sulle regioni centro meridionali mentre al nord transito di nuvolosità ma scarse precipitazioni. Le correnti si orienteranno da nord est fin da subito sulle regioni settentrionali dove affluirà a ria fredda, dal pomeriggio/sera odierno anche su Sardegna, , Umbria e Marche, entro domattina su tutto il centro Italia, mentre sulle regioni meridionali proverranno inizialmente da sud ovest poi da nord ovest. Come abbiamo detto le precipitazioni saranno più abbondanti al centro sud, prima sui settori tirrenici poi su quelli adriatici con neve a quote basse su Toscana Umbria e Marche, medio basse sul resto del centro sud, più abbondanti sui versanti adriatici dell’Appennino.
Dal pomeriggio di domani mercoledì 21 marzo il centro di bassa pressione si sposterà sul mar Ionio unendosi ad un altro blando sistema depressionario proveniente dal nord Africa, il centro depressionario tornerà nuovamente ad intensificarsi ed a spostarsi sopra le regioni meridionali italiane nella giornata di giovedì 22 marzo quando sull’Italia sopraggiungerà un ultimo impulso di aria fredda, il più intenso, proveniente dall’Europa nord orientale. Ciò causerà una nuova temporanea intensificazione della nuvolosità e delle precipitazioni sulle regioni meridionali e sulle centrali adriatiche, nuvole anche sulla Romagna, sull’Umbria e sulle zone interne del centro ma scarso rischio precipitazioni, prevalenza di sole invece al nord, Sardegna, Toscana e coste del Lazio. Infine, venerdì 23 marzo, con lo spostamento ad est del sistema depressionario ed un temporaneo rialzo della pressione sul mar Mediterraneo centrale, assisteremo ad un miglioramento atmosferico anche sulle regioni centrali adriatiche ed al sud. Temperature in calo. Venti in intensificazione, inizialmente nord orientali al nord e meridionali al centro sud, poi progressivamente diverranno nord orientali ovunque.
Sull’Umbria nubi in aumento da sud ovest dalla tarda mattina odierna e prime precipitazioni sul sud della regione tra le ore 12 e le 14. Nel pomeriggio odierno le piogge risaliranno tutta la nostra regione da sud a nord, saranno piogge deboli o moderate con anche qualche locale rovescio. La neve cadrà fin sui 500/700 metri di quota sull’Umbria settentrionale, 600/800 metri sull’Umbria centrale, 700/900 metri sull’Umbria meridionale. In serata ancora cielo coperto e precipitazioni sparse su tutta l’Umbria, quota neve in lieve calo, probabilmente entro la mezzanotte dovrebbe raggiungere i 300/500 metri nel nord dell’Umbria, 400/600 metri sull’Umbria centrale e 500/700 metri sul sud della regione. Durante le ore notturne successive la quota neve potrà scendere di altri 100 metri ma la tendenza sarà comunque ad un’attenuazione delle precipitazioni. Naturalmente, rispetto alle quote mostrate, qualche fiocco tra la pioggia, specie durante le precipitazioni più intense, potrà cadere anche più in basso, mentre gli accumuli al suolo dovrebbero attestarsi 100/150 metri più in alto, naturalmente sotto i 600 metri nulla di abbondante, si parla quindi di un range 0-5 cm. Dalla prima mattinata di domani mercoledì 21 marzo le precipitazioni e quindi le nevicate fin sul fondovalle si concentreranno ancor più in Appennino per poi cessare tra il pomeriggio e la serata di giovedì 22 marzo. Venti da moderati a forti nord orientali tra la prossima notte e la mattinata di domani poi in attenuazione. Possibili se non probabili gelate nelle notti tra giovedì e venerdì poi tra venerdì e sabato quando potremo avere cielo sereno e scarsa ventilazione.
Ulteriori aggiornamenti nelle prossime ore sulle nostre pagine social Facebook e Twitter.
La grafica sull’immagine satellitare qui a fianco, riferita alle ore 10.00, mostra le differenti masse d’aria in movimento attorno al centro depressionario, color azzurro aria instabile nord atlantica, celeste aria fredda nord europea, in rosso l’aria mite umida mediterranea ed in color fuxia il fronte nuvoloso e piovoso formatosi ed in movimento verso il centro Italia.

[ARCHIVIO NEWS]

 

EDITORIALE
 
22/07/2019
 
NEWS
 
TORNANO I TEMPORALI CON LIEVE CALO TERMICO MA TEMPERATURE ANCORA SOPRA MEDIA ALMENO FINO A FINE AGOSTO
21/08 [ore 9.99 ]
FASE CALDA MENO INTENSA DELLE PRECEDENTI POI INSTABILITà ATMOSFERICA IN CRESCITA, IL CLIMA ESTIVO CONTINUA.
17/08 [ore 9.99 ]
LA PUBBLICITA' CON UMBRIAMETEO E METEOAPPENNINO E' VANTAGGIOSISSIMA
15/08 [ore 9.99 ]
 
UmbriaMeteo® - p. iva 02824210542 | Copyright 2000-2011