Home | Chi Siamo | texas college application - essay promter | state and soceity politics ba 2nd year module | cardiopulmonary related problem case study
  applying the perspectives | neoliberalism vs neoconservatism | Bollettino Meteo | Editoriale | News | Partner | Contatti

NEWS

Seconda parte della settimana con neve, pioggia e rialzo termico, probabile gelicidio giovedi� 1� marzo

(del 28/02/2018)

Nelle ultime ore il flusso di correnti gelide nord orientali ha iniziato, anche se lentamente, ad attenuarsi tant�� che le temperature si mantengono ancora piuttosto basse, addirittura i valori minimi di stamattina, complice anche i rasserenamenti ed il calo della ventilazione, hanno toccato valori molto bassi: -6,5�C a Terni, -7,5�C a Perugia centro storico, -8,5�C a Todi, Orvieto, Gubbio, Fabro ed Amelia, -9�C a Foligno, -9,5�C a Castiglione del Lago, -10�C a Spello, -10,5�C ad Umbertide e San Giustino, -11�C a Citt� di Castello e Gualdo Tadino, -12�C a Spoleto e valori tra -15�C e -20�C in Valnerina, a Norcia come a Cascia (dati rete Umbriameteo - Lineameteo). Nelle prossime ore comunque, specie a partire dalla tarda mattinata e dal pomeriggio, assisteremo a quel cambio di circolazione atmosferica annunciato nei giorni scorsi che anticiper� l�arrivo sull�Italia di una perturbazione atlantico mediterranea. Dalle primissime ore di gioved� 1� marzo quindi, sono attese nevicate fino a quote pianeggianti ad iniziare dal sud ovest dell�Umbria, prodotte dal sovrascorrimento di aria pi� mite ed umida, pilotata da correnti sud occidentali, sopra lo strato d�aria gelida ancora presente nelle valli. Il �cuscinetto� di aria gelida a contatto con il suolo avr� temperature inferiori agli 0�C per uno spessore di poche centinaia di metri, normalmente non pi� di 600/800 metri, quindi le nevicate continueranno fin quando quest�aria fredda non verr� rimescolata dai venti meridionali. Per esempio, a Terni, con il fondovalle a circa 150 m s.l.m il cuscinetto di aria fredda potr� arrivare fin sugli 800/1000 metri di quota o poco pi�, quindi fin quando il fiocco attraverser� questo strati d�aria con temperature negative si manterr� intatto, nel momento in questo strato d�aria o quello appena superiore (tra i 1000 ed i 1500 metri di quota) le temperature saliranno sopra gli 0�C, il fiocco di neve si trasformer� in pioggia. Sul sud dell�Umbria, attualmente, pensiamo che ci�, il cedimento del �cuscinetto� freddo, possa avvenire in prima mattinata, mentre nel nord dell�Umbria nel pomeriggio. In particolare in Valnerina per la presenza di valli strette e rilievi montuosi elevati ma anche in Altotevere, che comunque rester� �a contatto� con la Romagna dove grazie all�Appennino che ostacola i venti meridionali ed alla fredda pianura Padana il �cuscinetto� persister� per pi� tempo, il rimescolamento dell�aria nei bassi strati e il passaggio da pioggia a neve sar� pi� lento. I quantitativi nevosi previsti restano pi� o meno quelli indicati nei precedenti bollettino dov�erano state inserite delle mappe con la stima degli accumuli nevosi al suolo: link STIMA ACCUMULI NEVOSI. Oltre a tutto questo c�� un altro elemento importante da considerare, probabilmente quello al quale bisogner� prestare maggiore attenzione per l�incolumit� delle persone, il rischio gelicidio. Anche questo � un fenomeno poco conosciuto in Umbria ma stavolta, ne avevamo gi� parlato nei precedenti bollettini, potremo sperimentarlo qua e la nella nostra regione. In poche parole tra la mattinata ed il pomeriggio di gioved� 1� marzo l�ulteriore rialzo delle temperature in quota trasformer�, come abbiamo detto, la neve in pioggia, quest�ultima, soprattutto in alcune aree dove negli ultimi giorni sono state raggiunte temperature particolarmente basse sia di notte che di giorno ed il terreno umido � andato ghiacciandosi, la pioggia causer� il cosiddetto fenomeno del GELICIDIO, ossia pioggia che si congela all�istante al contatto con il suolo ghiacciato (con temperature ampiamente sottozero). Il gelicidio, probabilmente � da considerarsi il fenomeno pi� pericoloso perch� produce ghiaccio trasparente come il vetro e difficilmente individuabile soprattutto sulle strade. Entro comunque le prime ore di venerd� 2 marzo sar� pioggia ovunque fino a quote elevate e soprattutto il terreno tender� a riscaldarsi scongiurando definitivamente ulteriori casi di gelicidio. Per ultimo segnaliamo le frequenti ed abbondanti piogge attese sull�Umbria nei prossimi giorni con manto nevoso che prima s�incrementer� ma poi verr� fuso fino a quote elevate, quindi dovremo prestare attenzione anche ai corsi d�acqua. In generale, comunque, consigliamo di seguire i nostri prossimi aggiornamenti, specie nelle nostre pagine social, dove man mano aggiorneremo sul verificarsi dei fenomeni meteorologici finora descritti.
La grafica qui a fianco mostra la circolazione atmosferica a livello del mare (linee bianche) ed in quota (fasce colorate), attualmente prevista sull�Italia per la mattinata di gioved� 1� marzo.

[ARCHIVIO NEWS]

 

EDITORIALE
 
22/07/2019
 
NEWS
 
TORNANO I TEMPORALI CON LIEVE CALO TERMICO MA TEMPERATURE ANCORA SOPRA MEDIA ALMENO FINO A FINE AGOSTO
21/08 [ore 9.99 ]
FASE CALDA MENO INTENSA DELLE PRECEDENTI POI INSTABILITà ATMOSFERICA IN CRESCITA, IL CLIMA ESTIVO CONTINUA.
17/08 [ore 9.99 ]
LA PUBBLICITA' CON UMBRIAMETEO E METEOAPPENNINO E' VANTAGGIOSISSIMA
15/08 [ore 9.99 ]
 
UmbriaMeteo® - p. iva 02824210542 | Copyright 2000-2011