Home | Chi Siamo | analytical reading reflection paper | http://www.umbriameteo.com/index.php/business-model-assessment/ | psychology essay writing services
  Webcam Marketing | Servizi | Bollettino Meteo | Editoriale | News | Partner | Contatti

NEWS

Fine settimana con due impulsi perturbati seguiti da aria fredda artica nord atlantica

(del 18/01/2018)

Il mese di gennaio continua ad essere caratterizzato da una forte presenza di vorticità nei settori canadesi orientali, ciò determina un corrente a getto in uscita dal continente nord americano piuttosto su di giri con conseguente, costante “ingombrante” presenza delle correnti occidentali su gran parte dei settori euro mediterranei centro occidentali. In poche parole l’anticiclone atlantico non riesce ad espandersi verso nord bloccando le correnti miti occidentali sull’Europa e favorendo la discesa di correnti fredde artiche nord europee fin sul bacino centrale del mar Mediterraneo. Anche nel prossimo fine settimana queste dinamiche risulteranno ben evidenti, con impulsi e successivi flussi di aria fredda artica nord atlantica o nord europea letteralmente “strozzati” dall’ingerenza delle correnti occidentali.
La giornata odierna vede un temporaneo, lieve rialzo della pressione atmosferica sul bacino centrale del mar Mediterraneo dopo il passaggio di un veloce impulso di aria fredda nord atlantica. Sull’Italia quindi il cielo è atteso un nuovo moderato calo della pressione atmosferica sul bacino centrale del mar Mediterraneo per l’arrivo sull’Italia di un veloce, ma debole impulso perturbato nord atlantico. La nuova perturbazione sarà preceduta ed in parte accompagnata da correnti umide sud occidentali che favoriranno nubi e qualche isolata precipitazione sulle regioni tirreniche, nevose a quote medio alte. Sabato 20 gennaio il veloce impulso perturbato lascerà l’Italia con rasserenamenti, fin dalle prime ore della giornata, prima al nord poi al centro e nel pomeriggio anche al sud. Il miglioramento atmosferico durerà comunque poco, dal pomeriggio infatti, l’arrivo di una terza ed un po’ più intensa perturbazione nord atlantica sul bacino centrale del mar mediterraneo, causerà un nuovo moderato peggioramento atmosferico sull’Italia a partire dalle regioni centro settentrionali. In realtà sulle regioni alpine avremo molte nubi per qualche ora ma scarse precipitazioni, già in serata torneranno i rasserenamenti, qualcosa in più, in termini di precipitazioni, è atteso su Emilia Romagna e regioni centrali, anche qui comunque dopo qualche nevicata in tarda serata fin sugli 800/1000 metri di quota, è atteso un progressivo miglioramento atmosferico con rasserenamenti da nord. Domenica 21 gennaio nubi e residue locali precipitazioni sul centro adriatico e soprattutto al sud al mattino, sereno o poco nuvoloso al nord e centro tirrenico in estensione nel pomeriggio su tutta l’Italia. In serata veloce perturbazione in transito sulle Alpi con nubi in aumento al nord. Temperature in calo, fin poco sotto le medie del periodo, nel fine settimana. Venti deboli o moderati, inizialmente sud occidentali poi settentrionali.
Sull’Umbria nubi in aumento nel pomeriggio odierno, molte nubi nella giornata di domani venerdì 19 dicembre con isolate precipitazioni, più probabili a ridosso dei rilievi montuosi, nevose a quote medo alte. Migliora in tarda serata con rasserenamenti in avanzamento da nord. Temperature minime in aumento e massime in lieve calo, venti deboli o moderati sud occidentali. Sabato 20 gennaio inizialmente sereno o poco nuvoloso con gelate nei fondovalle, nel pomeriggio nubi in aumento con prime precipitazioni tra il tardo pomeriggio e la serata, nevose fin sui 1000/1200 metri di quota in calo fin sugli 800 metri. Progressivo miglioramento dalla tarda serata con rasserenamenti in avanzamento da nord durante le ore notturne successive. Domenica 21 gennaio cielo sereno o poco nuvoloso con venti freddi settentrionali.
Successivamente, da lunedì 22 gennaio, l’anticiclone atlantico avanzerà sull’Italia attraverso il bacino occidentale del mar mediterraneo con attenuazione delle correnti fredde settentrionali. Probabilmente tra martedì 23 e venerdì 26 gennaio avremo anticiclone con sole e temperature superiori alle medie del periodo soprattutto in collina e montagna, probabile nuovo moderato peggioramento atmosferico nel fine settimana seguente con temperature in calo fin su valori in linea con le medie del periodo.
La grafica qui sopra mostra la circolazione atmosferica a livello del mare (linee nere) e in quota (linee bianche) attualmente prevista sull’Italia per le primissime ore di domenica 21 gennaio 2018.

[ARCHIVIO NEWS]

 

EDITORIALE
 
22/07/2019
 
NEWS
 
TORNANO I TEMPORALI CON LIEVE CALO TERMICO MA TEMPERATURE ANCORA SOPRA MEDIA ALMENO FINO A FINE AGOSTO
21/08 [ore 9.99 ]
FASE CALDA MENO INTENSA DELLE PRECEDENTI POI INSTABILITà ATMOSFERICA IN CRESCITA, IL CLIMA ESTIVO CONTINUA.
17/08 [ore 9.99 ]
LA PUBBLICITA' CON UMBRIAMETEO E METEOAPPENNINO E' VANTAGGIOSISSIMA
15/08 [ore 9.99 ]
 
UmbriaMeteo® - p. iva 02824210542 | Copyright 2000-2011