Home | Chi Siamo | http://www.umbriameteo.com/index.php/the-surrender-of-cornwallis/ | write my thesis and outline for me | http://www.umbriameteo.com/index.php/questions-in-financial-economics/
  Webcam Marketing | Servizi | Bollettino Meteo | Editoriale | News | Partner | Contatti

NEWS

Lento miglioramento atmosferico in corso, nuova perturbazione da domenica 22 gennaio

(del 19/01/2017)

Durante le scorse ore notturne, oltre alle nevicate sparse lungo la dorsale appenninica, un piccolo nucleo precipitativo è riuscito a valicare l'Appennino ed a portare qualche precipitazioni su valle Umbra, media valle del Tevere fin sull'orvietano imbiancando qua e la qualche colle oltre i 400/500 metri di quota.
Ora comunque le condizioni atmosferiche sono in miglioramento, stamattina sull'Umbria centro occidentale nubi in calo e prime schiarite che lasciano filtrare qualche raggio di sole mentre in Appennino ancora molte nubi ma precipitazioni meno frequenti ma soprattutto meno intense, attualmente il problema maggiore è il forte vento che alza la neve e la riporta nelle strade come fosse una nuova nevicata rendendo difficile il lavoro degli spazzaneve. Nelle prossime ore il miglioramento atmosferico continuerà, ancora piuttosto lento, il vento inizierà a diminuire in maniera apprezzabile dalla serata odierna mentre domani le precipitazioni tenderanno a cessare su gran parte dell'Appennino umbro marchigiano restando concentrate nella zona dei monti Sibillini, soprattutto sui versanti marchigiani. Sempre domani venerdì 20 gennaio le schiarite sull'Umbria centro occidentale diverranno più ampie con fasi soleggiate un po' più durature, contemporaneamente le temperature aumenteranno progressivamente. Sabato 21 gennaio molte nubi ma scarso rischio precipitazioni in Appennino, cielo poco nuvoloso o nuvoloso sull’Umbria centro occidentale con venti orientali da deboli a moderati.
Domenica 22 gennaio però una nuova perturbazione, come anticipato nei nostri ultimi aggiornamenti, raggiungerà l’Italia causando un nuovo generale peggioramento atmosferico. Sarà infatti lo stesso sistema depressionario che sta interessando l’Italia da alcuni giorni che nelle prossime 48 ore tenderà ad indebolirsi ed a muoversi verso l’Algeria per poi, da sabato sera, tornare indietro verso l’Italia intensificandosi nuovamente. Attualmente sembra che le precipitazioni, tra domenica 22 e lunedì 23 gennaio, siano abbastanza consistenti ed interesseranno gran parte d’Italia, nevose oltre i 1200/1400 metri di quota al centro. Ciò potrebbe comportare alcune criticità idrogeologiche dove avremo precipitazioni abbondanti e contemporaneamente una fusione, fin sui 1300 metri di quota, del cospicuo manto nevoso accumulatosi al suolo in questi giorni. Probabilmente il rischio sarà maggiore per Marche, Abruzzo e Molise ma un buon livello d’attenzione è consigliabile anche in Umbria. Ulteriori aggiornamenti nelle prossime ore.

L’immagine satellitare qui in alto, riferita alle ore 10.15, mostra le prime schiarite sull’Umbria centro occidentale, più ampie tra Lazio settentrionale e Toscana meridionale, ancora molte nubi invece in Appennino, marche ed Abruzzo per l’insistenza delle correnti fredde nord orientali.

[ARCHIVIO NEWS]

 

EDITORIALE
 
01/06/2020
 
NEWS
 
PROSSIMA SETTIMANA TUTTA ALL’INSEGNA DEI ROVESCI E DEI TEMPORALI, ANCHE FORTI, POI FORSE TORNANO SOLE E CALDO
06/06 [ore 9.99 ]
DUE INTENSE PERTURBAZIONI NORD ATLANTICHE IN ARRIVO SULL’ITALIA NEI PROSSIMI 6 GIORNI
03/06 [ore 9.99 ]
FINE SETTIMANA CON MOLTE NUBI E PIOGGE MA LA GIORNATA PIU' BAGNATA SARA' QUELLA ODIERNA.
29/05 [ore 9.99 ]
 
UmbriaMeteo® - p. iva 02824210542 | Copyright 2000-2011