Home | Chi Siamo | food intake - human nutrition | http://www.umbriameteo.com/index.php/recruitment-and-selection/ | http://www.umbriameteo.com/index.php/nursing-conceptual-model/
  Webcam Marketing | Servizi | Bollettino Meteo | Editoriale | News | Partner | Contatti

NEWS

Continuano le bufere di neve in Appennino, qualche spolverata anche più ad ovest

(del 17/01/2017)

Confermate senza sostanziosi scostamenti, se non molto localmente, le stime da noi ipotizzate nella cartina pubblicata sulla news di venerdì 13 gennaio, abbondanti nevicate in Appennino e nei centri a ridosso della dorsale, stamattina si contavano 40-50 centimetri a Gualdo Tadino, 30-40 centimetri a Gubbio, una decina di centimetri nella zona di Norcia, 8-10 centimetri nella zona di Città di Castello, imbiancata Assisi, i monti Martani, alcuni colli dell’orvietano, il Trasimeno settentrionale ed alcune zone del perugino, soprattutto i settori orientali, per il resto qualche breve nevicata fin sui fondovalle sia della valle Umbra che della media valla del Tevere ma senza accumulo.
Ora ci attendono altre 48/60 ore di freddo e nevicate ma il centro della bassa pressione stazionerà sul medio basso mar Tirreno e tenderà lentamente ad indebolirsi anche grazie alla cessazione del flusso di aria fredda proveniente dall’Europa nord orientale. Anche l’effetto stau prodotto dalle correnti fredde nord orientali diminuirà ed i settori tirrenici, specie dell’Italia centrale, tenderanno a liberarsi prima dalle precipitazioni poi dalla nuvolosità, il tutto sempre abbastanza lentamente. Infine anche le temperature tenderanno lentamente a risalire, specie a partire dal pomeriggio di mercoledì 18 e dalla giornata di giovedì 19 gennaio.
Sull’Umbria nevicate intense lungo l’Appennino durante la mattinata odierna ed ancora qualche locale sfiocchettata possibile più ad ovest, nel pomeriggio le precipitazioni sui settori centro occidentali della regione tenderanno a divenire isolate mentre in Appennino avremo qualche breve pausa. Domani mercoledì 18 gennaio precipitazioni concentrate quasi esclusivamente in Appennino dove saranno ancora a carattere di bufera, assisteremo inoltre ad una prima attenuazione dei forti venti di tramontana e ad un lieve aumento delle temperature, specie sull’Umbria centro occidentale, ancora molte nubi su tutta la regione, naturalmente più intense in Appennino. Giovedì 19 gennaio molte nubi in Appennino con precipitazioni sparse, ancora nevose fin sui fondovalle o bassa collina, prime schiarite di una certa consistenza sull’Umbria occidentale con ritorno di un po’ più di sole soprattutto nel pomeriggio. Temperature in ulteriore aumento con venti in attenuazione.
Venerdì 20 gennaio il centro depressionario sarà quasi del tutto in via di esaurimento ma soprattutto tenderà ad uscire dal mar Tirreno e spostarsi sul bacino occidentale del mar Mediterraneo, sull’Italia resteranno comunque delle correnti nord orientali relativamente fredde, in grado di produrre nubi e qualche locale precipitazione sulle regioni adriatiche, in Appennino e sulla Sardegna orientale. Temperature in aumento soprattutto sulle regioni tirreniche con venti deboli o moderati nord orientali. Durante il fine settimana poi, il centro depressionario oramai posizionato davanti le coste dell’Algeria orientale, tornerà ad intensificarsi ed a risalire verso il mar Tirreno centrale portando un nuovo rapido ma intenso peggioramento atmosferico su gran parte d’Italia, stavolta però il supporto dell’aria fredda proveniente da nord est sarà molto minore e le nevicate saranno relegate in montagna mentre nelle valli umbre pioverà. Ci sarà probabilmente da monitorare i corsi d’acqua appenninici in caso di intense piogge unite alla fusione della neve fin sui 1000/1200 metri di quota.

L’immagine satellitare qui in alto, riferita alle ore 9.30, mostra le molte nubi presenti sull’Umbria, più intense lungo l’Appennino dove insiste un consistente effetto stau prodotto dalle correnti fredde nord orientali.

[ARCHIVIO NEWS]

 

EDITORIALE
 
01/06/2020
 
NEWS
 
PROSSIMA SETTIMANA TUTTA ALL’INSEGNA DEI ROVESCI E DEI TEMPORALI, ANCHE FORTI, POI FORSE TORNANO SOLE E CALDO
06/06 [ore 9.99 ]
DUE INTENSE PERTURBAZIONI NORD ATLANTICHE IN ARRIVO SULL’ITALIA NEI PROSSIMI 6 GIORNI
03/06 [ore 9.99 ]
FINE SETTIMANA CON MOLTE NUBI E PIOGGE MA LA GIORNATA PIU' BAGNATA SARA' QUELLA ODIERNA.
29/05 [ore 9.99 ]
 
UmbriaMeteo® - p. iva 02824210542 | Copyright 2000-2011