Home | Chi Siamo | http://www.umbriameteo.com/index.php/what-does-military-service-mean-to-me/ | http://www.umbriameteo.com/index.php/an-overview-of-islamic-sukuk-bonds/ | order of author names in research paper
  lemonade stand informal business report | complete research paper about bullying | Bollettino Meteo | Editoriale | News | Partner | Contatti

NEWS

Notte di San Silvestro al freddo, ma prima anche qualche breve nevicata in Appennino

(del 27/12/2016)

L’anticiclone euro mediterraneo che nei giorni scorsi ha garantito cielo sereno o poco nuvoloso sull’intera penisola italiana con un po’ di freddo nelle valli (specie di notte ed al mattino) e caldo in collina o montagna (per un marcato fenomeno d’inversione termica), si sta indebolendo sul proprio fianco orientale lasciando transitare un fronte freddo nord atlantico diretto sull’Europa orientale e seguito da un flusso di aria fredda artica proveniente dal nord Europa. Attualmente tale fronte freddo è addossato sulle Alpi, ciò determina un temporaneo richiamo di correnti miti ed umide sud occidentali prefrontali che favoriscono al formazione di nubi medio basse e nebbie sulle regioni tirreniche. Nelle prossime ore il fronte freddo valicherà le Alpi sfilando verso la penisola Balcanica, sull’Italia si attiveranno correnti fredde nord orientali che dissolveranno nebbie e nubi basse sulle regioni tirreniche ma favoriranno la formazione di nubi per effetto stau sulle regioni adriatiche centro meridionali, specie in Appennino.
Soprattutto nelle giornata di mercoledì 28 e giovedì 29 dicembre quindi, l’Italia sarà interessata da un flusso di correnti nord orientali, maggiormente fredde sul centro adriatico ed al sud dove continueranno a formarsi nubi in grado di produrre anche locali precipitazioni, nevose fino a quote medio basse. Nevicate significative, localmente anche 20/30 cm, sono attese sull’Appennino abruzzese e molisano, quantitativi minori sull’Appennino calabro lucano e sub Appennino Dauno, spolverate o poco più sull’Appennino umbro marchigiano e laziale. Venti nord orientali in intensificazione e temperature in deciso calo. Miglioramento nella giornata di venerdì 30 dicembre con nubi in calo e venti in attenuazione.
Sull’Umbria mattinata odierna caratterizzata da nebbie nelle valli che verranno poi dissolte entro il pomeriggio quanto si attiverà un po’ di tramontana, sempre nel pomeriggio formazione di nubi lungo l’Appennino, ampi rasserenamenti in serata. La mattinata di domani mercoledì 28 dicembre invece, inizierà con cielo sereno o poco nuvoloso ed estese gelate, ventilazione scarsa, poi dal pomeriggio intensificazione della tramontana con nubi in aumento in Appennino dove, in serata, saranno possibili locali addensamenti con isolate nevicate fin sugli 800 – 100 metri di quota, specie nell’area dei monti Sibillini. Le brevi nevicate in Appennino saranno possibili fino alla prima mattinata di giovedì 29 dicembre con ulteriore calo delle temperature e della quota neve che potrà toccare i 400 metri. Venti moderati o forti nord orientali. Tra il pomeriggio di giovedì 29 e la mattinata di venerdì 30 dicembre cielo ancora sereno o poco nuvoloso sull’Umbria centro occidentale, alternanza di schiarite ed annuvolamenti in Appennino ma scarso rischio precipitazioni. Venti moderati o forti nord orientali in attenuazione, temperature massime in calo. Dal pomeriggio/sera di venerdì 30 dicembre ampi rasserenamenti e ventilazione in decisa attenuazione con gelate.
Nella giornata di sabato 31 dicembre l’anticiclone tenderà temporaneamente a rafforzarsi sul bacino centrale del mar Mediterraneo garantendo cielo sereno o poco nuvoloso dalle Alpi alla Sicilia ma avremo anche estese gelate, specie nelle valli ed aree pianeggianti del centro nord, venti nord orientali, assenti o deboli al nord, deboli al centro, deboli o moderati al sud. La notte di san Silvestro sarà ancora caratterizzata da cielo in prevalenza sereno o poco nuvoloso, freddo con gelate estese e scarsa ventilazione, poi l’avvicinamento di una perturbazione nord atlantica alle Alpi causerà l’attivazione di correnti un po’ più miti ed umide sud occidentali sull’Italia un progressivo aumento delle nubi ad iniziare dalle regioni tirreniche centro meridionali.
Sulla nostra regione sereno o poco nuvoloso sia nella giornata di sabato 31 dicembre 2016 che nella mattinata di domenica 1° gennaio 2017 con scarsa ventilazione e gelate estese al mattina, saranno possibili temperature minime anche fino a -4°C/-6°c nei principali centri cittadini umbri, -8°C/-10°C in Valnerina. Dal pomeriggio di domenica 1° gennaio 2017 probabile aumento della nuvolosità da ovest.
Successivamente è attesa una prima settimana di gennaio 2017 abbastanza movimentata, probabilmente con almeno due perturbazioni provenienti dal nord Europa ma per ora non abbiamo dati sufficienti per stabilirne gli effetti sull’Italia e sulla nostra regione.

La grafica qui in alto mostra la circolazione atmosferica a circa 1600 metri di quota attualmente prevista sull’Europa e sull’Italia durante le ore centrali della giornata di giovedì 29 dicembre 2016, i vettori indica chiaramente il flusso di correnti fredde nord orientali che colpisce soprattutto il centro adriatico ed il sud.

[ARCHIVIO NEWS]

 

EDITORIALE
 
01/06/2020
 
NEWS
 
PROSSIMA SETTIMANA TUTTA ALL’INSEGNA DEI ROVESCI E DEI TEMPORALI, ANCHE FORTI, POI FORSE TORNANO SOLE E CALDO
06/06 [ore 9.99 ]
DUE INTENSE PERTURBAZIONI NORD ATLANTICHE IN ARRIVO SULL’ITALIA NEI PROSSIMI 6 GIORNI
03/06 [ore 9.99 ]
FINE SETTIMANA CON MOLTE NUBI E PIOGGE MA LA GIORNATA PIU' BAGNATA SARA' QUELLA ODIERNA.
29/05 [ore 9.99 ]
 
UmbriaMeteo® - p. iva 02824210542 | Copyright 2000-2011