Home | Chi Siamo | community mental health services | dissertation writing services scams on craigslist | the cost of public health in the unites states
  Webcam Marketing | Servizi | Bollettino Meteo | Editoriale | News | Partner | Contatti

NEWS

Migliora nelle prossime ore, da venerdi’ 8 ancora molte nubi con temperature oltre media, scarse piogge.

(del 06/01/2016)

Come previsto, il 2016 inizia sotto tutt’altra prospettiva rispetto al dicembre 2015, il Vortice Polare sta rallentando la sua corsa sotto una serie di colpi subiti tra Natale ed i primissimi giorni dell’anno nuovo, tant’è che registriamo i primi scambi meridiani di masse d’aria, il più intenso dei quali ha portato aria gelida su tutta l’Europa orientale. Quest’ultima non ha raggiunto l’Italia in maniera diretta ma ha però favorito la formazione di un robusto anticiclone tra la Scandinavia e la Russia che ha obbligato il flusso perturbato nord atlantico a deviare verso sud ed ad interessare più direttamente le latitudini mediterranee. Il risultato è stato il passaggio di una serie di perturbazioni atlantiche, deboli o moderate, che hanno riportato la pioggia anche sull’Umbria.
Detto questo, possiamo anticiparvi che il mese di gennaio continuerà a presentare per l’Italia un’evoluzione atmosferica decisamente più vivace rispetto a quella avuta negli ultimi mesi, non mancheranno quindi altre perturbazioni atlantiche che porteranno pioggia ma anche fasi fredde e nevose con neve che potrà scendere fin sui fondovalle, specie da metà mese, di quest’ultima prospettiva ne parleremo comunque nei prossimi aggiornamenti.
Tornando all’evoluzione atmosferica sul breve e medio termine, abbiamo detto che ora il flusso perturbato transita a latitudini più meridionali e quindi le alte pressioni stazionano sul nord Africa od in aperto oceano Atlantico. Una intensa perturbazione atlantica sta ora transitando sull’Italia portando nubi e precipitazioni soprattutto su basso Triveneto, Emilia Romagna e centro sud Italia, con nevicate fino a quote collinari in Romagna. Nelle prossime ore anche questa perturbazione si allontanerà ad oriente e sull’Italia assisteremo ad un generale miglioramento, in realtà già in atto al nord ovest dove il cielo è ora sereno o poco nuvoloso con nebbie in Valpadana. Le ampie schiarite ed i rasserenamenti tra il pomeriggio e la serata si estenderanno a tutto il centro Italia e poi al sud adriatico, domattina giovedì 7 gennaio anche al sud tirrenico con nubi e residua instabilità atmosferica solo sulle isole maggiori. La perturbazione sta favorendo anche l’afflusso di aria un po’ più fredda, testimoniato dalla nevicate a bassa quota in Romagna, quindi insieme al temporaneo calo delle temperature anche la quota delle nevicate scenderà fin sui 1000 – 1300 metri al centro e 1400 – 1800 metri al sud.
Sull’Umbria molte nubi e piogge ancora per qualche ora, fino al primo pomeriggio, con quota neve in calo fin sui 1000 - 1200 metri di quota. Già dalla tarda mattinata odierna comunque, prime schiarite sui settori nord occidentali della regione in avanzamento verso sud est, tra il tardo pomeriggio e la serata ampi rasserenamenti in tutta l’Umbria con raffreddamento e scarsa ventilazione che favoriranno , durante le prossime ore notturne, fitte nebbie nelle valli.
Da venerdì 8 a domenica 10 gennaio torna sull’Italia un flusso di correnti miti ed umide, debolmente instabili al centro sud, più instabili al nord specie da sabato 9 gennaio quando si avvicinerà alle Alpi una vera e propria perturbazione. Avremo quindi molte nubi al nord con piogge sparse, molte nubi con isolate piogge sulle regioni tirreniche e sui settori occidentali delle isole maggiori, nevicate a quote medio alte, rasserenamenti o transito di stratificazioni nuvolose sulle regioni adriatiche e settori orientali delle isole maggiori.
Sulla nostra regione la giornata di giovedì 7 gennaio inizierà con cielo sereno o poco nuvoloso ma molte nebbie, poi rapido aumento delle nubi con qualche locale, debole pioggia. Tra venerdì 8 e la mattinata di domenica 10 gennaio molto nuvoloso o coperto con locali deboli piogge, temperature e quota neve elevate. Poi aumento della ventilazione da sud ovest con possibili schiarite, anche ampie, nel pomeriggio di domenica 10 gennaio. Lunedì 11 gennaio tornano le nubi intense e le piogge anche se non abbondanti

L’immagine satellitare in alto, riferita alle ore 10.45, mostra l’Umbria coperta da una nuvolosità estesa ed intensa sui settori nord occidentali, responsabile delle piogge e delle nevicate in atto, più irregolare con locali rovesci sul resto della regione. Sulla Toscana nord occidentale s’intravedono comunque le prime schiarite seguite da rasserenamenti.

[ARCHIVIO NEWS]

 

EDITORIALE
 
22/07/2019
 
NEWS
 
TORNANO I TEMPORALI CON LIEVE CALO TERMICO MA TEMPERATURE ANCORA SOPRA MEDIA ALMENO FINO A FINE AGOSTO
21/08 [ore 9.99 ]
FASE CALDA MENO INTENSA DELLE PRECEDENTI POI INSTABILITà ATMOSFERICA IN CRESCITA, IL CLIMA ESTIVO CONTINUA.
17/08 [ore 9.99 ]
LA PUBBLICITA' CON UMBRIAMETEO E METEOAPPENNINO E' VANTAGGIOSISSIMA
15/08 [ore 9.99 ]
 
UmbriaMeteo® - p. iva 02824210542 | Copyright 2000-2011